Vinaino Tour

 

NON TI METTERE IN CAMMINO SE LA BOCCA NON SA DI VINO … IL MITICO VINAINO TOUR

Vivere veramente Firenze significa non solo ammirare i suoi tesori artistici, ma anche assaporare le sue specialità culinarie ed i suoi vini. I vecchi vinaini sono dei veri e propri luoghi di ritrovo dal sapore antico e affascinante, una delle più antiche istituzioni fiorentine, oggi purtroppo quasi in via di estinzione. Con il Vinaino Tour rinnoveremo la tradizione fiorentina di bere un bicchiere di buon vino appena spillato, accompagnato da un crostino, e andremo alla ricerca delle buchette del vino, sparse un po’ in tutto il centro di Firenze, divertendoci a scoprire un lato insolito di Firenze, quello più popolare e godereccio! Faremo una bella passeggiata accompagnati dai racconti di una guida turistica di Firenze D.O.C. Con un pizzico d’immaginazione, proveremo a far rivivere la Firenze di un tempo, quella della gente del popolo, dei lavoratori e dei bottegai, dei mestieri ormai scomparsi dal centro storico, dei mercati che erano numerosissimi e che oggi ci resta difficile credere fossero nell’elegante Piazza della Repubblica.  Ogni tanto ci fermeremo a bere un gottino di vino e mangiare qualche crostino.

 

COSA VEDIAMO INSIEME:

  • Mercato Vecchio: (oggi Piazza della Repubblica) era il principale mercato della città. Fino alle demolizioni fatte per il “Risanamento” in occasione di Firenze capitale si trovavano in questa zona, cuore palpitante di Firenze, banchi di macellai che vendevano quarti di bue per la strada, anziane signore intente ad intrecciare la paglia sull’uscio di casa, taverne malfamate di ogni sorta, botteghe di rigattieri in cui si impegnavano oggetti che oggi sarebbero contesi fra musei ed antiquari.
  • Orsanmichele: era la chiesa delle Arti e delle Corporazioni fiorentine, che adornarono l’esterno della chiesa con le loro statue.
  • Palazzo Strozzi: vi si si svolgeva un altro mercato nello spazio antistante a, che veniva chiamato non a caso “Piazza delle Cipolle”.
  • Piazza della Signoria: l’area dove sorsero gli Uffizi era animata da diverse osterie, una delle quali detta “della Baldracca”, che dava il nome  a tutto il rione. Chissà a cosa era dovuto quest’evocativo nome…!
  • Mercato Nuovo: qui si vendevano oggetti preziosi e sete soprattutto, visto che proprio qui dietro aveva sede l’Arte della Seta. Qui i mercanti disonesti subivano la punizione pubblica dell'”acculata“, per niente divertente…
  • L’Oratorio dei Buonomini: fu la prima sede dell’Arte dei Vinattieri,  uno dei più antichi luoghi della solidarietà fiorentina, creato per “fare le limosne ai poveri verghognosi”. Fiorentini mercanti sì, ma anche di buon cuore!
  • Le fiorentinissime “buchette del vino”: ne vedremo molte!  Molte di queste buchette sono ancora riconoscibili e ben conservate, ma purtroppo non sono più in uso. Durante la nostra passeggiata ricorderemo alcuni fra i più famosi personaggi popolari di Firenze, scoveremo l’antica sede di qualche corporazione (magari oggi trasformata in un insospettabile negozio), coglieremo l’occasione per fermare lo sguardo su particolari mai notati prima o per immaginare come doveva apparire la città nei secoli passati.
  • Piazza Duomo: vedremo come sul Campanile di Giotto siano rappresentate tutte le attività umane, dalla muratura, alla farmacia, dalla tessitura all’oratoria. 
  • Il Mercato Centrale: per realizzare il Mercato Centrale fu ingaggiato l’architetto della Galleria Vittorio Emanuele II di Milano. Qui, per concludere la nostra passeggiata, brinderemo con un ultimo “gottino” e magari un panino al lampredotto!

 

Ti piace questo tour? Contattami!